contenuti dell' attività di assistenza legale dell'Avv. Gianluca Rossi

Presto assistenza e rappresentanza legale, sia giudiziale che stragiudiziale (ivi comprese le procedure di mediazione), nei principali campi del diritto civile e penale ed opero nel Foro di Lucca e negli altri Fori della Toscana.

i miei clienti sono persone fisiche ed imprese commerciali.

Per quanto riguarda i clienti privati, mi occupo, nelle materie di diritto civile, di famiglia e minori, di proprietà e successioni, di controversie in materia di locazione e condominio, di infortunistica, di responsabilità medica ed infine, di controversie in materia bancaria.

Offro assistenza legale, nei procedimenti penali, sia agli imputati, che alle persone offese dal reato; sono iscritto nelle liste dei difensori d'ufficio, anche per i minorenni.

Svolgo, altresì, la mia attività professionale, in campo civile e penale, anche in regime di Patrocinio a Spese dello Stato, essenso iscritto nelle apposite liste tenute dal COA di Lucca.

Assisto le imprese commerciali, essenzialmente nell'ambito delle procedure di recupero del credito, avendo maturato una significativa esperienza professionale nell'ambito delle procedure esecutive mobiliari, immobiliari e concorsuali.

A tale scopo, ho frequentato numerosi corsi di formazione professionali in materia fallimentare così come in materia bancaria (contrattualistica e contenzioso bancario).

Presto attività di assistenza, a favore dei colleghi che abbiano la necessità di domiciliarsi presso il Foro di Lucca.

È mio obiettivo offrire un'assistenza altamente specialistica e soluzioni e risposte personalizzate alle esigenze dei clienti.

Opero nel pieno rispetto dei doveri professionali di fedeltà verso la clientela, di diligenza, di riservatezza e segretezza ed è mio obiettivo primario offrire ai propri clienti, prestazioni di qualità.

News

lug5

05/07/2022

La riforma dell’ordinamento giudiziario

<p><strong>Di seguito l'articolo

lug5

05/07/2022

Corte Costituzionale: dal 5 luglio gli avvocati tornano in aula

Il 30 giugno 2022 la Corte Costituzionale

lug5

05/07/2022

Insulti al magistrato in udienza: il diritto di difesa non è facoltà di offendere

Fin dove può spingersi la libertà di discussione